L’implantologia è quella tecnica che permette con un piccolo intervento chirurgico in anestesia locale, di sostituire i denti mancanti inserendo nella mandibola o nella mascella una vite (impianto, solitamente di titanio), che farà da supporto a corone, ponti o protesi mobili.

Quali sono i vantaggi?

Consente di evitare di dover limare due denti adiacenti al dente estratto per fare un ponte, oppure in caso manchino più denti, di fare ponti troppo lunghi, con rischio di frattura. Offre una valida alternativa alla protesi mobile o ne può favorire la stabilità fornendo un ancoraggio che permette al paziente una maggiore tolleranza del manufatto protesico mobile. L’impianto può essere inserito nello stesso momento dell’estrazione, impianto immediato post-estrattivo. Il periodo da aspettare prima di caricarlo con una corona dipende dal tipo e dal numero di impianti, dalla situazione ossea e se il paziente è bruxista; se viene caricato con la corona dopo solo 2-3 giorni dall’inserimento è un impianto a carico immediato. Dopo pochi mesi l’impianto è integrato nell’osso.

In tutti i pazienti si possono fare impianti?

Il dentista selezionerà il caso adatto in base allo stato di salute dell’osso e della gengiva del paziente valutato con la visita e l’osservazione di radiografie e TAC; in qualche situazione di spessore e altezza dell’osso ridotti, si potrà intervenire con tecniche di chirurgia per aumentarne le dimensioni. I pazienti devono smettere di fumare o almeno interrompere per alcuni mesi finchè l’impianto non sarà integrato nell’osso e devono avere una perfetta igiene orale, indispensabile per ridurre i rischi di rigetto.

Soffrirò molto dopo l’intervento?

Il dolore è simile a quello di una estrazione normale e viene tenuto sotto controllo con analgesici antinfiammatori e con l’assunzione preventiva di antibiotico prima dell’intervento per ridurre il rischio di infezioni. Per limitare il gonfiore fare impacchi frequenti di ghiaccio sulla guancia il primo giorno e dormire con la testa sollevata. L’alimentazione dovrà essere fredda e liquida. Pulire sempre la parte delicatamente.

Quali avvertenze dovrò avere quando mi laverò i denti in futuro?

Per la durata degli impianti è fondamentale la cura del paziente nel mantenere una perfetta igiene orale. Usare particolare attenzione nella pulizia della zona gengivale in corrispondenza dell’impianto, utilizzare soprattutto la sera scovolino e filo interdentale per la pulizia degli spazi interdentali. In presenza di un ponte utilizzare un filo apposito che presenta un’estremità rigida o un ago passafilo per passare più agevolmente tra il ponte e la gengiva.

Sottoporsi alle visite di controllo e a igiene professionale come prescritto dal dentista ad intervalli regolari.