Curare bruxismo a Roma. Quanti di voi si sono fatti questa domanda? Il bruxismo (termine con il quale si indica l’attività del “digrignare i denti”) è ancora un fenomeno altamente diffuso nel 2020. Riprendiamo un interessante articolo di qualche tempo fa (estremamente attuale).

Mio figlio digrigna i denti? Corriamo dal dentista. Tranquilli! Il digrignamento è abbastanza normale nel bimbo piccolo perché la zona dell’articolazione deve ancora finire di svilupparsi e tende a diminuire intorno ai 6-9 anni scomparendo poi circa a 12 anni. I genitori spesso corrono dal dentista preoccupati perché vedono i dentini dei loro bimbi consumati o perché sentono che durante la notte il loro bambino digrigna; essi stessi sono vittime di questa abitudine spesso associata a fenomeni come mal di testa o mal di schiena e hanno paura che la stessa cosa possa avvenire ai loro bambini.

Nella maggior parte dei casi nei bambini non è necessario nessun tipo di terapia ma una visita dal dentista vi chiarirà se si deve intervenire o meno. Spesso una causa frequente è legata ad aspetti psicologici, quindi  tutte quelle situazioni che creano uno stress al bambino come problemi familiari, disagi a scuola o cambiamenti di vita. Il digrignamento dei denti si verifica anche in quelle situazioni in cui aumenta la pressione interna nell’orecchio e il movimento va e vieni della mandibola serve proprio a scaricarla, come ad esempio in aereo o in montagna in alta quota.

Piaciuto l’articolo? Potresti leggere anche questo
https://www.dentistaemanuelaraffoni.it/news/denti-sensibili-cause-e-migliori-rimedi/