Nel mondo d’oggi, oltre ad avere una migliore informazione e consapevolezza dell’importanza di avere una bocca sana, è diventato basilare avere un bel sorriso perché è la prima cosa che si nota in una persona ed il mondo esterno ne trae una prima impressione di noi. Ecco che spesso però i pazienti chiedono come mai, dopo aver acquisito le giuste modalità dell’igiene domiciliare, i denti non sono comunque bianchi e brillanti. Nonostante gli sforzi, non sono soddisfatti del loro sorriso.

Avete mai pensato che oltre al caffè e alle sigarette, ci sono anche altri alimenti che possono rovinare e colorare lo smalto dei denti? Lo sapete che il caffè oltre a colorare di scuro il dente, diminuisce la produzione di saliva che tende a pulire i denti? Se aggiungiamo del latte al caffè ne attenuiamo gli effetti. Le nostre nonne bagnavano i pizzi bianchi con il the scuro per farli diventare ecrù: usiamo il the verde.

Il vino rosso è acido, quindi corrode lo smalto e le particelle del vino entrano nelle porosità; anche il sugo di pomodoro è acido e colora, ma se lo uniamo alle verdure ci proteggiamo di più. Crackers, biscotti e pane, carboidrati lavorati, macchiano i denti di giallo o arancione. Puliamoci bene i denti dopo che abbiamo mangiato i cetrioli sottaceto.

La salsa di soia fa diventare scura i denti, mentre il curry cambia la superficie attaccandosi ad essa. Uniamo i mirtilli allo yogurt e attenzione a non mangiare troppe barbabietole. Non si devono eliminare gli alimenti, ma si deve mangiare tutto con moderazione e senza eccessi, perché ogni alimento oltre ad avere effetti dannosi hanno anche delle proprietà benefiche e salutari per il nostro corpo.