Denti sensibili: il 30% delle persone ne è afflitto. Il problema consiste nella dentina che, se non coperta adeguatamente dallo smalto e dalla gengiva può dar vita a fastidi piuttosto spiacevoli. La dentina costituisce la struttura interna del dente, è ricoperta dallo smalto nella parte della corona, e dal cemento nella parte della radice, che la proteggono dagli stimoli. E’ un elemento molto sensibile, perché attraversato da fibre nervose che raggiungono la polpa del dente situata all’interno. Il deterioramento dello smalto o la recessione gengivale, possono dare luogo ad alcune problematiche. In questa caso la dentina rimane scoperta, e si possono avvertire fastidi (ad esempio quando si mangiano cibi e/o bevande troppo fredde e troppo calde). Tale disturbo viene definito ipersensibilità dentinale. Questo fenomeno è troppo sottovalutato, è quindi giusto porvi un’attenzione maggiore.

Per approfondimenti se ne parla qui http://www.dentistaemanuelaraffoni.it/carie/non-lavarsi-i-denti-quali-sono-le-conseguenze/

Un’ottima igiene orale può essere un fattore di prevenzione importante. Potete visionare un approfondimento interessante qui http://www.dentistaemanuelaraffoni.it/igiene-orale-roma/