Perché per un dolore alla schiena devo andare dal dentista?

Quando c’è un contatto scomodo fra i denti il sistema nervoso, per evitarlo, fa lavorare eccessivamente i muscoli della mandibola. Ciò provoca una loro contrattura e conseguente dolore. I dolori si diffondono anche in zone lontane dalla bocca perché i muscoli fanno parte di una catena e quindi vengono tutti coinvolti in contrazioni anomale. Queste portano a posture scorrette e talvolta a problemi di scoliosi o cervicale. Spesso medici di diverse specialità, ortopedici, fisioterapisti e otorinolaringoiatri, ci chiedono una collaborazione per pazienti che si recano da loro per questi sintomi.

L’insonnia è un sintomo spesso legato a problemi di articolazione temporo-mandibolare, è dovuta all’ incapacità di un reale rilassamento e alla stanchezza cronica dell’individuo, dovuto all’eccesso di attività muscolare. Questi pazienti la mattina avvertono una sensazione di indolenzimento alle guance perché tengono i denti stretti (serramento) o li strofinano (bruxismo) nei momenti di stress o maggiore concentrazione e soprattutto di notte. Un segno tipico in questi pazienti è l’usura dei denti conseguente allo sfregamento.

Come si interviene in un paziente che presenta disturbi articolari??

Il dentista controllerà le vostre otturazioni e le protesi, vi potrà suggerire a seconda dei casi una cura ortodontica o l’uso di un Bite. Quest’ultimo è una placca di resina che permetterà il posizionamento della mandibola nella sua posizione naturale con i muscoli a riposo. Il Bite viene portato di notte e nei momenti di maggior concentrazione o stress durante la giornata. Il medico può prescrivere una terapia farmacologica con miorilassanti o antinfiammatori. La collaborazione di un ortopedico e di un fisioterapista sarà importante per rieducare la muscolatura di tutto il corpo che viene coinvolta. Ricordiamo che alla base ci sono sempre situazioni di disagio e stress. Dunque si consigliano tecniche di rilassamento o un supporto psicologico.

Come si fa a rilassare i muscoli della bocca contratti?

Esercizi di stretching, fatti quotidianamente a casa, con apertura e chiusura della bocca, aiuteranno a rilassare i muscoli. Può essere utile applicare un panno caldo umido sul viso per eliminare gli spasmi muscolari. Ricordare di tenere le labbra chiuse, senza far toccare i denti tra loro. La respirazione addominale è la più favorevole per non contrarre i muscoli delle spalle, della masticazione e dell’articolazione.

Questa serie di interventi è atta a migliorare la qualità di vita di questi pazienti. Il loro benessere può esser compromesso da un malessere costante che influisce sulla capacità di concentrazione nello studio e nel lavoro.